quando è necessario tosare un gatto ?

Una doverosa premessa:

Normalmente un gatto a pelo corto non ha un particolare bisogno di essere toelettato, ma si possono effettuare trattamenti preventivi quando il nostro micio ha avuto contatti con gatti randagi o è stato in ambienti a rischio. E’ sicuramente consigliabile fare al micio dei bagni periodici per facilitare il ricambio del pelo morto e per avere in casa un gatto pulito e quindi con cute sana e monitorata.

Diversa è la situazione per i gatti a pelo lungo (Persiano, Angora, Norvegese ecc.) questi gatti infatti non riescono da soli a mantenersi puliti e con il pelo in ordine, necessitano di operazioni di toelettatura eseguite giornalmente dal proprietario e con scadenze periodiche dal professionista.

E’ bene ricordare che le operazioni di toelettatura di un gatto richiedono situazioni di maggiore calma e quindi di maggior tempo rispetto ad un cane. Il phon per lui rappresenta un grosso gattone arrabbiato che gli soffia in faccia, quindi il professionista dovrà poter prendere tutte le precauzioni per lavorare in sicurezza senza fare agitare il micio.

Perché toelettarlo?

In ogni caso vale quanto già accennato sopra, pelle e pelo puliti equivalgono a pelle e pelo sani, o per lo meno monitorati da un professionista in grado di individuare delle anomalie e segnalarle ad un veterinario. Se il gatto a pelo lungo presenta feltri e nodi nel pelo IRRECUPERABILI (un professionista ve lo dirà subito non appena tocca e vede il vostro gatto) si deve procedere ad una radicale tosatura per evitare che sotto i feltri si formino dermatiti (se non sono già presenti) ed altri problemi.
La tosatura in questo caso avrà funzione di pulizia e porterà sollievo e guarigione, ed eventualmente sarà bene abbinare un bagno con prodotti specifici.
Generalmente il pelo del gatto ricresce tranquillamente ma è possibile che si verifichino ricrescite anomale (chiazze con pelo che non ricresce più o pelo decisamente più lanoso del precedente) quindi è sconsigliabile tosarlo a meno che non ci sia una reale necessità.
E’ ASSOLUTAMENTE DA EVITARE il bagno in presenza di nodi e feltri, perché lo shampoo potrebbe andare a depositarsi sotto e sarà inoltre ben difficile asciugarlo senza lasciare la pelle umida…immaginate le conseguenze! Oltretutto i feltri aumenterebbero (una volta bagnati si compattano sino a diventare come lana cotta), così come è da evitare una tosatura del mantello qualora non ci siano motivi SERI che la giustifichino (feltri, dermatiti ecc).
La tosatura, contrariamente a quanto molti credono, non aiuta a limitare la perdita di pelo (il pelo cade comunque, è solamente più corto), non aiuta a rinfrescarsi (il mantello del gatto funge da termoregolatore e protegge anche dal caldo) e tantomeno vi aiuta a "spazzolare meno" il gatto, perchè quando il pelo ricrescerà avrà una tessitura più lanosa e più difficile da mantenere in ordine.

 

Avvertenze importanti

Non tutti i gatti tollerano le operazioni di toelettatura, in questi casi se proprio non si può fare a meno di toelettarli, è necessario l’intervento di un medico veterinario.
SOLO UN MEDICO VETERINARIO E’ AUTORIZZATO A PRATICARE LE SEDAZIONI. DIFFIDATE DA QUEI TOELETTATORI CHE USANO SOSTANZE TRANQUILLIZZANTI SOSTITUENDOSI AI MEDICI, non sono professionisti.
In ogni caso il professionista sa quando ricorrere all’opera di sedazione da parte di un medico, è una cosa alla quale si arriva molto raramente ed è sconsigliabile a meno che il micio non sia in condizioni davvero pericolose per la sua salute (molti feltri o dermatiti acute).
Purtroppo sento ancora ora casi di colleghi che si improvvisano medici e sedano nelle loro toelettature i mici. STATE MOLTO ATTENTI quando vi propongono soluzioni del genere.
Prima di tutto è ILLEGALE l'utilizzo di sostanze anestetizzanti da parte di NON MEDICI, secondariamente, solo un medico potrà garantirvi la sicurezza della sedazione stessa (e purtroppo nemmeno un veterinario può garantire al 100% che tutto andrà bene e che il vostro micio si risveglierà senza problemi).
Non è assolutamente la prassi sedare un gatto per lavarlo o rasarlo, è un rimedio estremo al quale è meglio non ricorrere.
Qualora dobbiate ricorrervi, è importante che sia il VOSTRO veterinario a procedere con la sedazione e questo perchè conosce il vostro gatto e meglio di lui nessuno potrà prendersene cura e consigliarvi se procedere o meno con l'anestesia in base alle condizioni fisiche ed all'età del gatto stesso.
Il mio consiglio è quello di non affidarsi a "toelettatori" che si occupano di chiamare un medico che sedi per loro il vostro gatto. Un'anestesia non è assolutamente una cosa priva di rischi e per questo è bene affidarsi al vostro veterinario di fiducia, non ad un medico qualsiasi che non conosce la storia clinica del vostro micio.

Dunque, mi raccomando: FATE ATTENZIONE!

In evidenza

In evidenza